cucina
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.
10 Ottobre 2009 amministratore

BROCCOLETTI

I broccoletti fanno parte della famiglia delle Crucifere, la specie a cui appartengono è la Brassica Oeracea, divisa in molte varietà. Quella che a noi interessa, di origine mediterranea, è quella appunto dei broccoletti.
Il nome deriva dal latino Broccus che significa "germoglio". Sono caratterizzati da fusto corto, foglie ondulate di colore verde intenso. Nel centro si trovano dei piccoli fiori immaturi che costituiscono le cime.

Varietà più diffuse:

  • il Bianco;
  • il Precoce di Verona;
  • il Grosso romanesco;
  • il Violetto siciliano;
  • il Bronzino di Albenga;
  • il Calabrese
.

Quando l'acquistate ...:
accertatevi che siano compatti e sodi, le cime ben chiuse e soprattutto privi di macchie o muffe. Il colore del fusto deve essere verde brillante, ciò significa che il broccolo è giovane e tenero.

Attenzione:
alle cime che non devono avere parti fiorite di colore giallo, segno che il broccoletto è vecchio.

Conservazione:
premesso che le verdure andrebbero sembre consumate appena acquistate, diversamente conservateli appesi a testa in giù in un luogo fresco, in questo modo possono mantenersi anche alcune settimane. In frigorifero li potete conservare alcuni giorni o meglio congelarli, non prima però di averli divisi in cimette, lessati per 3-4 minuti e sgocciolati.

Proprietà:
se freschissimo, può essere consumato crudo in pinzimonio, per approfittare del suo contenuto di vitamina C e A. Interessante anche il contenuto di calcio e fosforo, ottimi per i ragazzi in crescita, per le donne in gravidanza e in allattamento. E' inoltre utile per l'intestino pigro data la presenza della cellulosa. Contro il mal di gola e la tosse è consigliato il succo ricavato dai broccoletti centrifugati a crudo.

Come trattarlo:
eliminate per prime le foglie esterne, poi con l'aiuto delle mani fatene vari pezzi e con un coltellino dividete tutte le infiorescenze dai gambi. Proseguite staccando le cimette dal gambo centrale, in modo da ottenere tanti piccoli "fiori" della stessa misura. Raschiate il gambo con il coltello per togliere le parti più dure e filamentose. Mettete a nudo anche la polpa interna dei gambi, poi sciacquate bene tutto.

Ricette:
Gnocchetti del contadino
Broccoli all'acciuga
Rombi di sogliole con salsa verde e gamberetti
Maccheroncelli con tonno e broccoletti
Sformatini di broccoletti
Lasagnette in crema di broccoletti e pinoli tostati

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

ZigZag

Newsletter

Iscriviti gratis riceverai così le notizie di ItaliaDonna via e-mail:
News Ricette



Chiudi