cucina
Errore
  • Errore nel caricamento dei dati feed.
10 Ottobre 2009 amministratore

UOVA SODE AGLI ASPARAGI

  • 4 uova
  • 4 asparagi
  • un cucchiaio di maionese
  • un cucchiaio scarso di yogurt greco intero
  • sale

Preparazione:
Iniziamo cuocendo le uova: mettetele a bollire in acqua fredda per circa 8 minuti e nel frattempo occupiamoci degli asparagi. Puliteli, eliminando la parte finale bianca (tenetene un paio da parte per decorare il piatto alla fine), fatene delle fettine sottili e metteteli a lessare in acqua bollente salata per circa 2-3 minuti, non di più, in modo che si mantengano croccanti. Scolateli e metteteli a raffreddare in un contenitore con acqua e ghiaccio, dopo di che metteteli in una terrina ed unite lo yogurt, la maionese e una presa di sale.
Le uova...: scolate le uova, mettetele a raffreddare sotto il getto dell'acqua corrente e privatele del guscio. Dividetele a metà e delicatamente asportatene i tuorli, tenendoli momentaneamente da parte.
Suggerimento: se vi accorgete che avete iniziato questa operazione troppo presto, potete porvi rimedio coprendo i tuorli e tenendo gli albumi immersi nell'acqua tiepida per mantenerli bianchi e non farli diventare duri a contatto con l'aria.
Il ripieno: riempite gli albumi con il composto agli asparagi, sbriciolatevi sopra i tuorli facendoli aiutandovi con un setaccino, cercando di creare l'effetto mimosa, e mettete sopra ad ognuno una punta di asparago che avrete tagliato in 4 parti. Mettete tutto su un piatto da portata e servite in tavola.

Qualcosa di più sugli asparagi: ne esistono circa 300 diverse varietà, ma quelle commestibili sono più o meno una ventina.
Sono suddivisi in tre categorie (più quelli selvatici):
- verdi, più comuni ed economici, ideali per i primi piatti;
- bianchi, i più carnosi e delicati, utilizzati per realizzare piatti raffinati;
- violetti, dello stesso valore ed utilizzo di quelli bianchi.
Sceglieteli ...: turgidi e con le punte chiuse.
Controllate che...: al centro del mazzo non vi siano gambi spezzati.
Conservateli: in frigo naturalmente, avvolti in un panno, nello scomparto riservato alle verdure, dopo esservi accertati che le punte sono asciutte.
Preparateli così: raschiateli con il coltello o con il pelapatate per eliminare la parte filamentosa, tagliate la parte fibrosa del gambo, e lasciateli a bagno in acqua fredda per circa mezz'ora così la terra si staccherà del tutto; fatene dei mazzetti in cui gli asparagi sono tutti della stessa misura, che rilegherete con dello spago da cucina e metteteli a cuocere.
La rilegatura: facilita l'estrazione dalla pentola dopo la cottura.
La cottura: in acqua bollente salata e acidulata con un po' di succo di limone. Se avete una pentola alta, potete mettere i mazzetti in piedi, così cuocerete le punte a vapore. Altrimenti potete cuocerli coricati utilizzando qualsiasi altra pentola di cui disponete. Quando gli asparagi saranno cotti metteteli a scolare dall'acqua di cottura, ponendoli per qualche minuto sopra un canovaccio.

per questo piatto e per gli altri che compongono il menu, un Frascati, dotato di forte personalità, perfetto con le uova, la pasta e la carne.

 

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

ZigZag

Newsletter

Iscriviti gratis riceverai così le notizie di ItaliaDonna via e-mail:
News Ricette



Chiudi