Consolidare lo sviluppo dell’Energia portandola verso l’alto
benessere
10 Ottobre 2009 amministratore

Consolidare lo sviluppo dell’Energia portandola verso l’alto

Nutrire e far crescere l’energia richiede un lavoro lento, costante, attento, quotidiano. Spesso ciò prevede il passaggio per la fatica e la tensione, insieme allo sprigionarsi del calore e dell’intensità crescente.

Nutrire e far crescere l’energia richiede un lavoro lento, costante, attento, quotidiano. Spesso ciò prevede il passaggio per la fatica e la tensione, insieme allo sprigionarsi del calore e dell’intensità crescente. Una volta ampliata e lasciata vibrare questa nuova energia, è indispensabile consolidarla, non perderla, non lasciarla evaporare. In un lavoro del genere, se condotto con attenzione e generosità nei confronti di se stessi, possiamo imparare a riconoscere, nella vita quotidiana, le occasioni, gli incontri, le opportunità che sostengono il consolidamento di quella vibrazione, che nel tempo, diventa accessibile e presente, in ogni istante.
La costruzione dell’energia assomiglia, infatti, alla costruzione di un edificio o di una piramide: curare con attenzione le fondamenta e conferire solidità alla base permette uno sviluppo verticale altrettanto fruttuoso.
Dal punto più alto di una piramide la visuale si può allargare con ampiezza all’orizzonte: allo stesso tempo, solo edificando delle basi solide si può raggiungere tale obiettivo. Così, durante una classe di Dhyana Yoga, curando con attenzione il crescere ed il consolidarsi dell’energia del primo Chakra, si permette alla stessa di salire vigorosa verso l’alto, fino a raggiungere i centri energetici più elevati, dove può essere canalizzata ed utilizzata per alimentare strumenti potenti, come l’intuizione collocata al sesto Chakra.
In particolare, le prime posizioni mirano a prendere consapevolezza della forza dei Chakra bassi, partendo dal proprio corpo, toccandolo e prendendo consapevolezza della sua solidità e della sua armonia. Garantire la solidità delle radici di una pianta significa consentirne lo sviluppo sano verso l’alto: come le radici di una pianta, infatti, il primo Chakra è il canale che trae energia dalla terra. Il respiro profondo e consapevole canalizza l’energia verso l’alto trasformandola in forme sempre più sottili. La forza e la potenza ancora grezza dei Chakra bassi si trasforma in un sottile raggio luminoso al sesto Chakra, potente e preciso.

indice

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies