Educazione al Respiro
Esercizi yoga: la respirazione yoga
10 Ottobre 2009 amministratore

Educazione al Respiro

“Conoscete la forza dell’abitudine e siete in grado quindi di capire che se formate l’abitudine ad una respirazione profonda ritmica, tramite uno sforzo cosciente, l’azione continuerà indefinitivamente che ne siate consapevoli o meno.

“Conoscete la forza dell’abitudine e siete in grado quindi di capire che se formate l’abitudine ad una respirazione profonda ritmica, tramite uno sforzo cosciente, l’azione continuerà indefinitivamente che ne siate consapevoli o meno. Un’abituale respirazione profonda tenderà a sviluppare la materia grigia ora inattiva nel plesso solare e preparerà la strada all’avvento e all’uso di forze naturali più sottili. E’ l’inattività di questa materia grigia del plesso solare che rende alcune pratiche dello Yoga veramente pericolose per l’uomo poiché, a seguito di tali pratiche, viene imposta una pressione troppo grande sul cervello, il cervelletto ed i nervi; laddove, se il plesso solare fosse pianamente sviluppato e la materia grigia abbondante ed attiva, tale pressione verrebbe distribuita più uniformemente attraverso il corpo, ed ogni pericolo evitato.”
Perché si generi armonia o salute, deve essere raggiunto un perfetto equilibrio tra gli organi od accordi dominanti il corpo. La capacità di resistenza è altrettanto importante quanto quella d’urto, e quando il plesso solare è pienamente sviluppato, genera il potere di resistenza in misura maggiore di quello che può essere generato dal solo cervello.
Quando c’è mancanza di questa capacità di resistenza in qualche organo, l’impatto delle forze naturali più sottili tende a spezzare le molecole di materia che le compongono ed a liberare l’energia vitale, che sfugge e porta l’organo al graduale decadimento ed alla morte. Questo è ciò che accade quando viene posta una pressione troppo grande sul cervello. Quando il sangue è perfettamente ossigenato e la materia grigia nella testa e nel plesso solare è pienamente sviluppata, negli altri organi del corpo, e col tempo, l’intero corpo diventa soggetto ad ogni vibrazione di pensiero, uno strumento pensante in ogni sua parte. Le sue possibilità vengono decuplicate e la vita non sarà più gravosa, ma un privilegio ed una liberazione.

1. Insegnate ai vostri bambini anzitutto a stare dritti
2. Non permettete loro di slogarsi le ossa del piede con l’uso di tacchi alle scarpe. Fate che rimangano a piedi nudi e a contatto della terra per qualche ora al giorno, se pensate che non possano rimanervi tutto il tempo
3. Mantenete l’idea di una respirazione profonda e piena continuamente nelle loro menti, tramite qualche piccolo stratagemma, qualche promemoria
4. Respirate qualche volta durante il giorno all’unisono con i vostri bambini, e fate in modo che i respiri siano sufficientemente profondi da contrarre i muscoli dell’addome
5. Non respirate mai all’unisono con i vostri bambini, quando voi od essi siete agitati od incolleriti e ricordate sempre loro l’idea dell’armonia
6. Non cercate di insegnare ai bambini esercizi fisici nello stesso momento in cui impartite loro lezioni di respirazione profonda

Seguendo queste semplici regole, potrete mantenere i vostri bambini in perfetta salute e fornirli di corpi in grado di sostenere molte delle prove più crudeli della vita preparandoli allo stesso tempo, per istruzioni che li aiuteranno a conseguire una maggiore velocità di sviluppo di quella oggi comune tra le varie razze della terra.

indice

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies