La commedia italiana nel Seicento e nel Settecento e il Goldoni
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

La commedia italiana nel Seicento e nel Settecento e il Goldoni

Nei 150 anni che precedettero l’affermarsi del Goldoni in Italia (avvenuta alla metà del Settecento) vi fu un periodo relativamente poco fertile, in cui non emersero personaggi o letterati di spicco, ma che fu comunque un periodo

Nei 150 anni che precedettero l’affermarsi del Goldoni in Italia (avvenuta alla metà del Settecento) vi fu un periodo relativamente poco fertile, in cui non emersero personaggi o letterati di spicco, ma che fu comunque un periodo di passaggio ed un terreno di preparazione all’opera del Goldoni, opera che fu intrisa di profondo realismo. Secondo l’autore infatti“…quanto si rappresenta nel teatro non deve essere altro se non la copia di quanto accade nel mondo”. E’ stato descritto come un autore ispirato da un forte sentimento della giustizia e della moralità, interessato ai tipi umani e ai caratteri. In questo senso, si può dire che l’autore si rifece alla Commedia dell’Arte, che già a suo tempo, aveva individuato dei “tipi”, delle personalità ricorrenti. Goldoni si rifà ad esse, ma umanizzandole, colorandole psicologicamente ed introspettivamente, in modo più ricco e raffinato di quanto era stato compiuto durante il periodo della Commedia dell’Arte.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies