L'illusione che esista il tempo e non il ciclo
benessere
10 Ottobre 2009 amministratore

L'illusione che esista il tempo e non il ciclo

L'illusione che esista il tempo e non il ciclo Viviamo nello Spazio e nello Spazio il tempo non esiste.




Viviamo nello Spazio e nello Spazio il tempo non esiste.

La necessità di avere una dimensione che permettesse di legare le cose insieme ha fatto sì che l'uomo creasse la dimensione del tempo. Esso è un fenomeno difficilmente spiegabile e noi siamo limitati nella sua comprensione. Il tempo è inseparabilmente legato al cambiamento, perché è la motrice in cui questo ha luogo. È la nostra esperienza del mutamento a costringerci ad entrare nel suo regno; e' anche la nostra reticenza a fluire col mutamento - la tendenza interiore ad agganciarci a ciò che è stato - che ci blocca in esso e lo fa diventare un fattore fuorviante. Il nostro coinvolgimento col mondo, con gli eventi, ci mantiene occupati nel suo limitato livello che ci fa fissare tutto in determinati limiti, ma la natura eterna è ciclica, come stabilito dai movimenti dei cieli. Con i cicli c'è un sempre-presente, tutto va e torna, ma sempre nella spirale dell'evoluzione. Allontanarsi dai cicli significa allontanarsi dalla Legge della natura e distaccarsi dalla sacralità della Vita. Accettare, invece, di vivere consapevol-mente all'interno dei cicli porta in noi armonia ed equilibrio.
La stessa natura ci mostra in modo evidente che il tempo non esiste, ma che tutto si svolge ciclicamente:

il giorno con: notte - aurora - giorno - crepuscolo
l'anno con: primavera - estate - autunno - inverno
i cicli del Pianeta con: il secolo - il millennio -la piccola era di 2.160 anni e la grande era di 25.920 anni
l'uomo con: sonno - veglia - nascita - morte

Ogni ciclo porta con sé energie diverse: attive-passive, introverse-estroverse, ascendenti-discendenti. Ed anche noi, nell'arco della giornata e della nostra vita viviamo momenti diversi influenzati dalle qualità delle energie del momento. A volte siamo più introversi, meditativi, statici, altre estroversi, attivi, pieni di esperienza. All'inizio d'ogni ciclo, che sia giorno, anno o era, l'emissione della nota iniziale (intenzioni, propositi, aspirazioni) è molto importante. Essa, infatti, darà il ritmo trainante a tutto il periodo. Mentre alla fine, la legge d'evoluzione ci presenta una specie di riassunto e di sintesi del passato affinché gli uomini riflettano e riconoscano cosa devono abbandonare e cosa possono portare nel ciclo successivo. Sbarazzarsi dell'illusione del tempo vuol dire ricercare la conoscenza dell'evoluzione, dei ritmi e dei cicli in noi stessi e in tutto ciò che ci circonda, per riappropriarsi di una grande saggezza.
Riconoscere i cicli porta a riconoscere il Sacro Cerchio della Vita, il ritorno alla Casa del Padre.

Fonte: Associazione Pax Cultura



Torna al menù principale

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies