L'illusione dell'uguaglianza degli uomini
benessere
10 Ottobre 2009 amministratore

L'illusione dell'uguaglianza degli uomini

L'illusione dell'uguaglianza degli uomini Quella dell'uguaglianza degli uomini è una delle tante illusioni sulle quali si sono basate, e sono




Quella dell'uguaglianza degli uomini è una delle tante illusioni sulle quali si sono basate, e sono tuttora fondate, la maggior parte delle civiltà, anche quelle che attualmente sono le più evolute del nostro Pianeta.
E' stato un passaggio necessario per permettere all'uomo di comprendere che il cammino della propria affermazione personale, che gli ha permesso di divenire cosciente della propria coscienza cioè di individualizzarsi, non poteva prescindere dal medesimo cammino compiuto, più o meno parallelamente, da chi lo circondava.
Chiaramente, essendo l'evoluzione lenta e condizionata dal nostro libero arbitrio, l'uomo, quando ha capito di avere una coscienza e si è liberato dallo stato di animale, si è ritrovato a continuare a combattere con tutti gli altri uomini/animali ancora in lotta per la sopravvivenza.
A causa di ciò ha sentito la necessità di pensare di essere uguale agli altri uomini, con l'illusione che questo avrebbe portato ad una convivenza migliore.
Questo assunto ha avuto però anche un risvolto negativo nella coscienza della massa umana, che ha creduto di poter in questo modo raggiungere lo stesso benessere materiale, creando così le basi per la generazione di conflitti degenerati poi in vere e proprie guerre.
E' giunto invece il momento di forzare questa forma-pensiero e di far passare attraverso la coscienza quell'assunto fondamentale che afferma che "Gli uomini non sono tutti uguali anche se sono equivalenti".
Gli uomini sono cioè "equi-valenti", hanno lo stesso valore, e per aiutarci a comprendere questo ci viene in aiuto la Scienza dello Spirito che ci dice che gli uomini si differenziano principalmente per:

. Il proprio grado evolutivo e di sviluppo
. Il segno zodiacale e l'ascendente
. Il Raggio di appartenenza
. La polarizzazione della coscienza
. Il Karma

Quindi pur appartenendo tutti quanti a quell'unico organismo chiamato Umanità, ogni uomo ha una propria precipua funzione da svolgere, poiché egli altro non è che una piccola cellula di quest'immenso organismo. E quest'organismo è, a sua volta, la cellula di un organismo maggiore e così in crescendo fino ad arrivare a quell'UNO che tutto polarizza verso di Sé attraverso il grande "Cammino di ritorno alla Casa del Padre".
In definitiva, ogni uomo ha sì lo stesso valore, ma è profondamente diverso dagli altri e la stessa etnologia dichiara che non lo è neppure dal punto di vista antropologico e psicologico.
L'uguaglianza degli uomini è dunque un'illusione che ha dato origine all'incomprensione e quindi alla separatività, allontanando, sempre più, la coscienza degli uomini dal Centro del Cuore, il Centro magnetico dell'Amore, con conseguenti manifestazioni di odio, aggressività e violenza.
Se noi riuscissimo a far passare sotto la soglia della coscienza questo assunto, saremmo in grado di capire i vari comportamenti delle persone che ci circondano e riusciremmo realmente a sviluppare quella comprensione amorevole necessaria per creare giusti e retti rapporti. Riusciremmo così a comprendere che se le persone non rispondono in tutto o in parte alle nostre aspettative è perché probabilmente sono ad un punto del loro cammino evolutivo diverso dal nostro e ciò che dicono e fanno è il massimo che possono esprimere in quel momento. E' semplicemente nostra responsabilità, se riteniamo di essere un po' più "anziani" ed "equipaggiati" di loro, aiutarli a fare il passo successivo che sia d'aiuto al loro progresso, tenendo in considerazione che il bagaglio evolutivo si costruisce attraverso l'esperienza che aiuta la trasformazione della conoscenza in coscienza, ma che è anche parzialmente condizionata dal nostro libero arbitrio.

Attraverso quanto detto si riesce a portare un raggio di luce su quell'altro assioma-base della Scienza dello Spirito che è il concetto di "unità nella diversità".
Il fissare il concetto di equivalenza permette di comprendere quanto sia naturale ed ovvio essere diversi, ma ciò che conta è il valore unico ed irripetibile che ogni uomo ha in quanto Anima in cerca della propria Strada. Allora è necessario porre un profondo rispetto verso quella diversità, poiché è ciò che ci rende unici e come tali indispensabili al Piano ed è proprio in quella diversità che bisogna assolutamente cercare e trovare l'unione, che è l'unico punto di partenza del cammino che porta all'Amore.
Ma come liberarci da quest'illusione?
Come ci viene detto dal Maestro Tibetano D.K.: "l'illusione è principalmente di natura mentale e caratteristica della tendenza mentale di coloro che sono più mentali che emotivi. Il loro errore consiste nel fraintendere le idee e le forme mentali". "I tipi mentali più deboli e comuni soccombono alla generale illusione e alle illusioni collettive."
Inoltre egli ci dice ancora che il mezzo più efficace per dissipare l'illusione è l'intuizione che dal Piano Buddhico (dell'intuizione), tramite l'Anima fluisce al cervello e al cuore del discepolo.
Può quindi essere la Luce ad aiutarci in tale compito, poiché fa chiarezza nella nostra mente quando essa si pone in contatto con l'Anima, portando così ordine alle nostre idee, precedentemente percepite in maniera distorta. Portiamo dunque questa Luce (La Luce dell'intuizione) dentro di noi, affinché riveli la natura di Dio alla visione dell'Anima, vivente entro la Personalità.
Un altro aiuto può venirci dallo studio dell'Armonica la cui base è l'unisono che genera infiniti suoni, ma tutti di tonalità diversa l'una dall'altra.

Fonte: Associazione Pax Cultura



Torna al menù principale

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies