Il centro dell'Ego: l'attaccamento all'immagine
Il centro dell'Ego: l'attaccamento all'immagine
Il centro dell'Ego: l'attaccamento all'immagine

L'immagine dell'uomo al servizio della tecnologia

In una dimensione dove la ricerca spirituale fosse al primo posto, l'organizzazione sociale potrebbe essere strutturata in modo da orientare la tecnologia al reale servizio dell'uomo. Cioè, la tecnologia potrebbe servire per rendere meno preoccupanti le basi della sopravvivenza, come il vitto e l'alloggio, così da lasciare gli esseri umani liberi da queste preoccupazioni e con una maggiore possibilità di investire sullo scambio e la crescita interiore.
Nella realtà dei fatti, invece, non è difficile incontrare una pubblicità dove un telefono cellulare è associato all'idea di "libertà", o di "crescita" ed una macchina all'idea di "forza" e di "felicità". Siamo circondati di stimoli ipnagogici, dove il messaggio continuo è sempre lo stesso: ti sentirai finalmente sicuro (o libero, o forte, o potente) se comprerai questo o quel prodotto.
Capite? La tecnologia non è al servizio dell'uomo, ma l'immagine dell'uomo è al servizio della tecnologia ed è da alcuni anni che l'industria ha capito che il fatturato cresce di parecchio se assieme al prodotto si vende una immagine apprezzabile e desiderata di se stessi. Tutto ciò produce più guadagni (economici), a breve termine, ed una continua miseria interiore (che è la stessa che poi si cerca di utilizzare per continuare ulteriormente a vendere con questo stile), a lungo termine. Infatti, questo tipo di organizzazione commerciale ha bisogno dell'insicurezza incolmabile, per continuare a vendere immagini.
Esasperando la riflessione, possiamo dire che se guardiamo interagire le persone per strada, in buona percentuale sono immagini che interagiscono con altre immagini, osservandosi tra di loro per l'immagine che ciascuno mostra all'altro, non esseri umani che scambiano tra loro arricchendosi reciprocamente.

Il Senso di Colpa: il grande alleato

Il Senso di Colpa: il grande alleato Il senso di colpa, tipico della religione ebraica, alveo iniziale del cristianesimo, è passato, da generazione [...]

Il moralismo: la scorciatoia principale

Il moralismo: la scorciatoia principale Oltre alla pubblicità, che utilizza la comunicazione persuasiva, per manipolare [...]

La gabbia dorata

La gabbia dorata Chiediamoci quali sono, nella vita quotidiana, le conseguenze pratiche dell'attaccamento all'immagine di sé. Qualche giorno fa, parlando con una studente dotata di una buona [...]

Istruzioni per lo smantellamento

Istruzioni per lo smantellamento Cominciare a ridurre, gradualmente, l'attaccamento all'immagine significa innanzitutto entrare nell'idea che non siamo quell'immagine Cominciare a ridurre, [...]

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies