Il concetto di malattia nella medicina alternativa
La visione della malttia nella medicina alternativa
10 Ottobre 2009 amministratore

Il concetto di malattia nella medicina alternativa

Il concetto di malattia nella medicina alternativa La malattia normalmente è intesa come un’esperienza negativa, un incidente da eliminare il più presto possibile.


La malattia normalmente è intesa come un’esperienza negativa, un incidente da eliminare il più presto possibile. In realtà essa è una grand’opportunità di trasformazione e d’evoluzione. La malattia (malus habitus) è l’espressione di un’abitudine sbagliata che abbiamo inserito nel nostro comportamento, nel nostro modo di pensare, parlare, agire. Questo modo non corretto di vivere (dal punto di vista evolutivo), ci procura un “gap” energetico, un blocco d’energia, un corto circuito, che dal piano ove risiede la causa: mentale, emotivo, eterico, si riflette prima o poi sul piano fisico, generando così ciò che noi chiamiamo malattia. L’effetto che noi vediamo è rivelato alla nostra coscienza dal corpo fisico, però la causa sta altrove, in quest’esso non è considerato un principio, in pratica un corpo dal quale possa iniziare qualcosa. Esso è solo l’automa, che riceve energie e comandi che iniziano dai piani più sottili.
La malattia, dunque, è semplicemente il segnale espresso dal corpo fisico, che c’indica che c’è qualcosa che non funziona bene nel nostro modo di vivere. Ciò che l’uomo deve capire è che egli è sottoposto a leggi naturali e universali che ne influenzano e regolano la vita; che è inserito all’interno di un processo evolutivo che egli non può modificare, ma che può solo scegliere di accettare o di porgli resistenza. L’esperienza di questo pianeta, che evolve attraverso l’armonia raggiunta tramite la sintesi degli opposti, raccoglie tutte quelle Anime, cosmicamente non molto evolute, che attraverso lo “sforzo penoso”, il dolore e il sacrificio, devono prendere coscienza (non solo conoscenza) di questa verità.
Il ruolo del guaritore può essere duplice:
1. Limitarsi a curare l’effetto nel corpo fisico, senza cercare le cause emotive o psicologiche che hanno provocato la malattia (medicina finalizzata a fare sparire il sintomo).
2. Cercare di guarire il paziente, aiutandolo a prendere coscienza delle cause che hanno prodotto il male, senza escludere interventi diretti sul fisico. La sua azione si svolgerà quindi contemporaneamente su livelli diversi, comprendendo la fondamentale distinzione che esiste fra Curare e Guarire. La guarigione è una scienza precisa, e come tutte le scienze implica studio, conoscenza, sapere.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies