ZIPPULAS DELLA SARDEGNA
cucina
10 Ottobre 2009 amministratore

ZIPPULAS DELLA SARDEGNA

500 g di farina 15 g di lievito di birra 1 patata lessata 1 uovo 1 arancia 1/2 bicchierino di grappa latte zucchero 1 pizzico di zafferano olio

  • 500 g di farina
  • 15 g di lievito di birra
  • 1 patata lessata
  • 1 uovo
  • 1 arancia
  • 1/2 bicchierino di grappa
  • latte
  • zucchero
  • 1 pizzico di zafferano
  • olio di semi di arachide per friggere
  • sale

La patata lessata:
sbucciala e, ancora calda, passala nello schiacciapatate, facendo ricadere i fiocchi in una terrina piuttosto grande.

Alla terrina:
unisci metà della farina, lo zafferano che avrai prima sciolto in un cucchiaio di latte, 50 g di zucchero, l'uovo, il succo d'arancia filtrato, una presa di sale, la grappa e il lievito di birra che avrai sciolto in un poco di latte tiepido.

Amalgama:
accuratamente tutti gli ingredienti poi copri la terrina con un panno e lascia lievitare l'impasto in un luogo a temperatura moderata, finché non avrà raddoppiato il volume.

Poi:
riprendi la pasta e mettila sulla spianatoia cosparsa di farina e unisci poca alla volta la farina rimasta, lavora la pasta energicamente fino a che non diventa elastica e soda.

Un consiglio:
tieni sempre a portata di mano, vicino alla spianatoia, un po' di farina da aggiungere nel caso la pasta dovesse attaccarsi al piano di lavoro.

Con le mani:
lavora la pasta formando tante palline della grandezza di un mandarino, pratica un largo foro al centro del mandarino, per farne delle ciambelline e friggile in abbondante olio, poi toglile dal fuoco con una paletta forata e mettile a sgocciolare dall'olio in eccesso, in carta assorbente da cucina.

Per finire:
cospargile con lo zucchero.

 


puoi accompagnare i dolci di carnevale con un Soave del Veneto, che produce il Recioto, ottenuto da uve appassite e vinificate agli inizi del mese di gennaio.
Il Recioto Soave, nel tipo spumante, va servito ad una temperatura non inferiore ai 10-12° C, perché troppo freddo perderebbe quelle note di fragranza che conferiscono eleganza a questo vino.
E' caratterizzato da un profumo fresco e delicato, con note fruttate e ricordo di mandorla, sambuco e ciliegio. Il suo sapore è asciutto, di struttura elegante, con leggero fondo amarognolo.
 

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies