CONCHIGLIE ALLA ZUCCA CON OLIVE
cucina
10 Ottobre 2009 amministratore

CONCHIGLIE ALLA ZUCCA CON OLIVE

400 g di pasta tipo conchiglie 40 g di pancetta (facoltativa) 50 g di burro 2 cucchiai di olio 1/2 cipolla 1 spicchio di aglio 400 g di polpa di zucca ridotta a dadini 1 rametto di rosmarino 40 g di olive

  • 400 g di pasta tipo conchiglie
  • 40 g di pancetta (facoltativa)
  • 50 g di burro
  • 2 cucchiai di olio
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 400 g di polpa di zucca ridotta a dadini
  • 1 rametto di rosmarino
  • 40 g di olive nere snocciolate
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 4 foglie di basilico
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 mestolino di brodo
  • 1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 cucchiaio di pecorino grattugiato
  • sale e pepe

Prepara un trito con:
pancetta (facoltativa), mezza cipolla, l'aglio e gli aghi del rosmarino. Metti in una padella e fai soffriggere lentamente insieme con olio e 30 g di burro. Appena il trito imbiondisce unisci i dadini di zucca, mescola bene e falli rosolare appena da ogni parte. Bagnali spesso con brodo caldo e continua la cottura lentamente coprendo la padella.
Trascorsi venti minuti di cottura aggiusta di sale e pepe e unisci i capperi, che avrai prima lavato e scolato, le olive nere, mescola nuovamente e lascia cuocere ancora per altri 10 minuti.

Intanto:
metti a cuocere la pasta e prepara un trito con il prezzemolo e il basilico. Appena la pasta è cotta, dopo averla scolata, mettila nella padella in cui hai preparato il condimento con la zucca e tutto il resto, fai mantecare per bene in modo che le conchigliette si insaporiscano e bagna con un cucchiaio dell'acqua di cottura.

Imbianca:
con pecorino e parmigiano grattugiati, aggiungi il trito di prezzemolo e basilico ed il burro rimasto tagliato a pezzetti e sei pronto per gustare questo primo piatto.

Conosciamo meglio la zucca e le erbe aromatiche che compongono il piatto:

La zucca è una verdura autunnale che tutti ormai associamo alla festa di Halloween. L'abbinamento più comune ed apprezzato è quello classico con il riso, ma può felicemente essere usata con altre verdure per la preparazione di gustose minestre e, se di ottima qualità, può anche essere consumata cruda in insalata, grattugiata finemente.
La zucca ha proprietà sedative, lassative, diuretiche ed è un ottimo anti infiammatorio per l'intestino.

Il prezzemolo è molto usato in cucina per insaporire un'infinità di piatti, naturalmente sempre con moderazione e assolutamente crudo. Per le moltissime proprietà che ha più che un alimento potrebbe essere considerato un farmaco.
E' un utile depurativo per il sangue, favorisce la contrazione della muscolatura liscia, è un ottimo rimedio per gli ingorghi biliari e atonie intestinali.
Si consiglia invece un uso moderato alle donne "in attesa" dal momento che questo genere di stimolazione viene esercitata anche sulle fibre muscolari uterine. Mentre è controindicato nelle donne che devono allattare perché ostacola la normale secrezione del latte.
Per finire ricordiamo che il suo contenuto di vitamine A e C è tale che a parità di peso è tra i più alti tra le verdure.

Il basilico è una pianta aromatica il cui nome, derivante dal greco significa "regio", un nome appropriato per l'erba probabilmente più gradevole che si possa trovare. Ci sono molte qualità di basilico, ma quella più diffusa è quella genovese a foglia larga.
Viene usata nella preparazione di moltissimi piatti a cui è sempre bene aggiungerlo verso fine cottura, ne ricordiamo due fra tutti, il semplice e gustosissimo "pomodoro e basilico", la salsa che rende indimenticabili delle semplici pastasciutte e il "pesto alla genovese". E' ottimo anche nelle insalate soprattutto con i pomodori, e va spezzettato a mano o pestato nel mortaio.
Può essere conservato nel freezer a foglie intere, eventualmente spennellate con olio o anche secco, messo sott'olio o sott'aceto.
E' uno stimolante delle ghiandole surrenali (antistress), è digestivo ed è ottimo per gli spasmi dell'apparato digerente.

Il rosmarino è una pianta aromatica a foglioline lunghe, sottili e sempreverdi. E' disponibile fresco tutto l'anno ed è comunemente usato in cucina tritato o a rametti, soprattutto nelle preparazioni a base di carne e pesce, ma è ottimo anche nelle marinate, con le patate, i minestroni e le focacce salate.
Pensa che:
i fiori del rosmarino possono essere aggiunti alle insalate o addirittura "canditi" per i dolci.
Ha proprietà digestive, è uno stimolante surrenale, antisettico, respiratorio ed agisce anche sul fegato favorendo la produzione ed eliminazione della bile. Particolarmente indicato in casi di ipotensione e nelle cadute del tono fisico e psichico.
E' un ottima abitudine consumare degli infusi a base di rosmarino associato a camomilla e liquirizia.

 

ti consigliamo di pasteggiare con un Bardolino chiaretto del Veneto, un vino fresco e leggero, da bere entro i primi due anni dalla vendemmia.
Il profumo di questo vino è intenso e persistente, con note di marasca. Il suo sapore è sapido ed armonico, oltreché morbido e carezzevole.
Servire fresco di cantina, ad una temperatura di 14-16° C.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies