TAGLIATELLE CON FAVE E PECORINO
cucina
10 Ottobre 2009 amministratore

TAGLIATELLE CON FAVE E PECORINO

250 g di tagliatelle fresche 300 g di fave sgranate una cipolla rossa piccola 100 g di ricotta del tipo romano 40 g di pecorino

  • 250 g di tagliatelle fresche
  • 300 g di fave sgranate
  • una cipolla rossa piccola
  • 100 g di ricotta del tipo romano
  • 40 g di pecorino romano
  • 8 foglie di menta piccole
  • 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Preparazione:
Iniziate sbucciando la cipolla, fatene due metà e tagliatela a fettine molto sottili che farete soffriggere per circa 5 minuti a fuoco basso con 5 cucchiai di olio.
Unite le fave alla cipolla ed alzate la fiamma per dare loro la possibilità di insaporire tenendole sul fuoco per altri 3 minuti circa. Aggiungete 2 dl di acqua calda e coprite continuando a cuocere per altri 15 minuti circa, fin quando le fave sono diventate tenere. Salatele e grattuggiatevi sopra il pecorino romano utilizzando possibilmente una grattugia a fori medi.
Nel frattempo cuocete la pasta in acqua bollente salata, e aggiungete all'acqua di cottura l'olio non utilizzato. Scolatela, naturalmente al dente, e versatela nella padella in cui avete preparato il condimento alle fave; fatela mantecare per qualche secondo in modo che si insaporisca per bene. Toglietela dal fuoco e aggiungete la menta spezzettata, dei fiocchetti di ricotta, il pecorino e pepe a volontà.
Ora siete pronti per servire in tavola.

Un suggerimento per chi non ama troppo le fave:
- questo piatto può essere realizzato anche con verdure di stagione, come ad esempio asparagi, carciofi o piselli. Non preoccupatevi il piatto non perderà l'effetto cromatico, la bella combinazione di colori degli ingredienti rimarrà invariata, ed il sapore sarà forse, anche più gustoso, a seconda delle vostre preferenze.

Ma scopriamo qualcosa di più sulle fave:
- sono originarie delle Americhe. La varietà più diffusa è quella verde.
Sceglietela:
- di colore brillante, senza macchie, regolare, con baccello turgido. Per verificarne la freschezza provate a spezzare in due un baccello, il suono deve essere pari ad uno schiocco. Sgusciatele solo al momento dell'utilizzo per evitare che perdano la loro tenerezza.
Pensate che ...:
- la fava è il legume più leggero e digeribile dopo il fagiolino.
Facciamo attenzione...:
- sono legumi piuttosto salutari, ma in alcuni casi hanno una particolare controindicazione: possono causare in persone a cui manca un certo tipo di enzima, una malattia rara chiamata "favismo" che è causa di gravi anemie.

un Frascati.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies