FAGIOLINI
cucina
10 Ottobre 2009 amministratore

FAGIOLINI

Con questo nome generico vengono definiti i baccelli immaturi dei fagioli (la cui pianta di origine americana, è chiamata Faseolus vulgaris), che vengono raccolti e consumati

Con questo nome generico vengono definiti i baccelli immaturi dei fagioli (la cui pianta di origine americana, è chiamata Faseolus vulgaris), che vengono raccolti e consumati insieme con i semi ancora in embrione, molto prima della maturazione.
Crescono su piante nane o rampicanti, di alcune si consumano appunto i baccelli (fagiolini), di altre i semi (fagioli).
Vengono chiamati anche cornetti o tegolini, il loro colore varia dal bianco-giallino al verde più o meno intenso, hanno forma solitamente allungata e sottile, ma ci sono alcune varietà di forma piatta e baccello giallo.

Varietà:
con baccello verde:
Bobis grano bianco, Marconi, Prelude, Contender.

Con baccello giallo:
Burro di Rocquencourt, Meraviglia di Venezia, Corona D'Oro.

Ce ne sono alcuni con baccello violaceo:
Re dei Bleu, Trionfo violetto.

Quando l'acquistate ...:
ricordate che i migliori sono quelli giovani, dal momento che sono teneri e privi di filamenti laterali.
Verificate che siano di consistenza soda, ma morbida: spezzati, devono rompersi di netto e produrre un rumore secco.
La buccia deve essere di colore brillante, priva di ammaccature o segni di muffa.

Conservazione:
in frigorifero chiusi in un sacchetto di plastica per alimenti, possono essere conservati 3-4 giorni; se hanno ancora il picciolo (che è segno di freschezza), possono resistere fino ad un massimo di 7 giorni.
Spuntati e dopo l'eliminazione dell'eventuale filo, possono essere sbollentati per 2 minuti circa e successivamente surgelati e riposti in sacchetti di plastica: in questo modo possono essere conservati fino ad 1 anno.

Proprietà:
poveri di calorie, quindi adatti per diete dimagranti.
Ricchi di vitamine A e C, il loro consumo è indicato in caso di anemia e diabete; sono inoltre ricchi di fibre, per cui consigliati a soggetti affetti da stitichezza.

Una raccomandazione:
dal momento che contengono un enzima che disturba la digestione, è consigliabile non consumarli crudi, anche perchè risulterebbero poco gustosi.

Ricette:
Insalata Buona Pasqua
Arrosto di vitello ripieno
Trenette al pesto
Fiori di zucca al forno
Fagiolini in agrodolce
Fagiolini con pancetta e pomodoro
Sacchetti di fagiolini con pancetta
Petto di pollo aromatizzato ai funghi
Rombo al vapore con salsa al roquefort
Fagiolini in salsa allegra
Purè di fagiolini
Misto di verdure al curry
Carpaccio di spigola e scampi con verdure
Fagiolini e pomodorini ciliegini all'aglio

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies