VITTORIA ACCORAMBONI
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

VITTORIA ACCORAMBONI

VITTORIA ACCORAMBONI (1557-1585) Duchessa di Bracciano.


(1557-1585)

Duchessa di Bracciano. Donna molto affascinante, dotata di doti poetiche, Vittoria Accoramboni discendeva da una famiglia di origine marchigiana che si era trasferita a Gubbio nel sec. XIV. Si sposò con Francesco Peretti, nipote del futuro papa Sisto V, ma ben presto divenne amante di Paolo Giordano Orsini, duca di Bracciano. Per sposare la sua amante, Paolo Giordano fece assassinare Francesco Peretti, ma il conseguente matrimonio con Vittoria fu annullato dalla Chiesa. Quando Sisto V salì al trono, i due dovettero fuggire in nord Italia, e quando Orsini morì, pare per avvelenamento, Vittoria si ritirò a Padova, dove fu assassinata dopo poco (1585).
La vita tortuosa di questa donna ha ispirato una tragedia di Webster (1612), un racconto di Stendhal e un romanzo di Tieck (1840).

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies