TULLIA D'ARAGONA
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

TULLIA D'ARAGONA

TULLIA D'ARAGONA (XVI sec.) Appartenente alla nobilissima casata degli Aragona, nacque dall'unione illegittima dell'arcivescovo di Palermo e della bellissima Giulia Ferrarese.


(XVI sec.)

Appartenente alla nobilissima casata degli Aragona, nacque dall'unione illegittima dell'arcivescovo di Palermo e della bellissima Giulia Ferrarese. Cresciuta nelle ricchezza lasciatele dal padre, fin da piccola scriveva e parlava latino con estrema facilità. Tullia viene ricordata per la sua raffinatezza e per la sua eleganza, tanto che alcuni storici ne paragonano il fascino a quello di Cleopatra. Molti poeti si innamorarono follemente di lei e la ricordano nei loro sonetti.
Poetessa acuta e colta, scrisse alcune opere come l'Infinità d'amore e il Guerino o il Meschino. Della sua vita non si sa però molto, non si sa chi fu suo marito, ne' quando nacque o quando morì. Si sa solo che fu una donna molto colta ed affascinante e che morì giovane.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies