Storia della TV V Parte
societa
10 Ottobre 2009 emanuela

Storia della TV V Parte

1986 - 1991 "Blob", il programma di Raitre di E. Ghezzi e M. Giusti, sotto la parvenza del divertimento ripropone alcuni spezzoni del giorno prima, montati in un certo modo

1986 - 1991

"Blob", il programma di Raitre di E. Ghezzi e M. Giusti, sotto la parvenza del divertimento ripropone alcuni spezzoni del giorno prima, montati in un certo modo per parlare della TV italiana. Un collage di papere, incidenti tecnici, lapsus, luoghi comuni, una specie di rubrica critica sulla TV, fatta solo d'immagini.
Un'altra trasmissione raccoglie errori, gaffe e papere, non solo televisive: è "Paperissima", presentata da Ezio Greggio e Lorella Cuccarini.
"Mi manda Lubrano", racconta le tante truffe pubbliche e private, con cui gli italiani si scontrano, per trovare possibili soluzioni.
Nasce il talk show al femminile , "Scusate l'interruzione", con Serena Dandini, Cinzia Leoni, Francesca Reggiani, Sabina e Corrado Guzzanti. Nel 1991 la trasmissione cambia nome e diventa "Avanzi".

1992 - 1998

E' il periodo degli sceneggiati televisivi: "Il Maresciallo Rocca", "Linda e il brigadiere", "Medici in prima linea". Sembra una formula vincente, che si rivolge ad un pubblico vasto, perché i telespettatori si ritrovano in un ruolo particolare rappresentato nel film, che ne comprende una vasta gamma. I protagonisti diventano eroi del piccolo schermo, i quali devono combattere con le questioni della vita quotidiana.
Nasce anche la metatelevisione, con "Telesogni", un programma televisivo che svolge una funzione critica verso il modo di fare televisione, è la TV che analizza se stessa. Si invitano ospiti rappresentativi di un modo di fare televisione, si presentano spezzoni dei programmi, oggetto d'analisi, e si propongono persino sondaggi per votare una o più trasmissioni.
La musica invade la televisione e si formano strane commistioni fra radio e TV. Il mito dei giovani diventa un DJ, che presenta in TV la classifica delle canzoni più ascoltate con un look un po' stravagante.

 

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies