DONNE E ISTITUZIONI
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

DONNE E ISTITUZIONI

L'Unione Europea I Paesi firmatari i Trattati di Roma, riconobbero il principio della parità di retribuzione e cioè il diritto

L'Unione Europea

I Paesi firmatari i Trattati di Roma, riconobbero il principio della parità di retribuzione e cioè il diritto di essere remunerati nello stesso modo, per lo stesso tipo di prestazione lavorativa. Di qui, sono state portate avanti diverse e numerose politiche, volte a rimuovere gli ostacoli, per l'esercizio dei diritti civili, politici e giuridici delle donne, nei Paesi della Comunità europea.
La promozione, in ogni settore professionale, culturale e sociale, della pari opportunità tra uomo e donna è stato ed è uno degli obiettivi fondamentali dell'Unione Europea.
Proposte ed azioni caratterizzate da queste finalità sono state elaborate in sede comunitaria a partire dagli anni '80. Ne citiamo alcune, che, pur non facendo un riferimento preciso alla partecipazione politica delle donne, tuttavia a più riprese confermano la validità e l'importanza di un riequilibrio a favore delle donne nelle società dei Paesi membri.

Il Consiglio ha emanato la raccomandazione 84/635/C.E.E., 13.12.1984, il cui contenuto aveva per oggetto la promozione di azioni positive a favore delle donne;

  • Il 12 luglio 1982, il Consiglio ha emanato una risoluzione, il cui contenuto aveva per oggetto la promozione della parità di possibilità per le donne;

  • Il 24 luglio 1986, il Consiglio ha emanato una seconda risoluzione 86/812/C.E.E., il cui contenuto aveva per oggetto la promozione della parità di possibilità per le donne;

  • Il 21 maggio 1991, il Consiglio ha emanato un provvedimento, che si riferiva al "Programma di Azione comunitario a medio termine (1991-95) per la parità di opportunità tra donne e uomini".

  • Più recentemente, il Consiglio, prendendo atto della bassa partecipazione femminile nelle istituzioni, ha affrontato direttamente il problema con due risoluzioni:

  • Risoluzione 95/704 (27 marzo 1995), il cui contenuto aveva per oggetto la partecipazione equilibrata delle donne e degli uomini al processo decisionale;

  • Risoluzione 283/96 (15 novembre 1996), il cui contenuto aveva per oggetto l'attuazione delle pari opportunità per gli uomini e le donne nella funzione pubblica.

    Queste disposizioni sono state messe in atto attraverso la realizzazione di programmi pluriennali, i programmi d'azione a breve (triennali) medio termine (quadriennali) per la parità di opportunità tra le donne e gli uomini. Il programma è uno strumento importante, per la realizzazione ed il controllo di tutte le iniziative, riconducibili all'Unione Europea e/o ai Paesi membri.
    Inoltre, il programma prevede il reciproco scambio d'informazioni sulla parità di opportunità, per coordinare eventualmente azioni comuni in questa direzione.
    Questi programmi si prefiggono degli obiettivi, che vanno perseguiti attraverso le azioni previste nel programma stesso. Affinché ciò sia possibile, è previsto lo stanziamento di risorse, destinate ad enti pubblici, università, centri di formazione, enti territoriali, agenzie di sviluppo locale, parti sociali, organizzazioni non governative femminili ed aziende private, che intendano favorire la parità di opportunità tra uomini e donne.
    Nel 1996, è stato avviato il IV° Programma per la parità di opportunità. In esso, come conseguenze delle risoluzioni del Consiglio del 1995 e del 1996, sono contenute precise indicazioni sull'incremento della partecipazione politica femminile: " promozione la partecipazione equilibrata delle donne e degli uomini nel processo decisionale".
  •  

    Chiudi

    Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
    Informativa Cookie Policy
    Accetto i cookies