- ISTITUZIONI ITALIANE
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

- ISTITUZIONI ITALIANE

LA MAGISTRATURA (art. 101-103) La Magistratura amministra la giustizia, il terzo potere fondamentale dello Stato. Il potere giurisdizionale rappresenta la garanzia della tutela della legge.

LA MAGISTRATURA (art. 101-103)

La Magistratura amministra la giustizia, il terzo potere fondamentale dello Stato.
Il potere giurisdizionale rappresenta la garanzia della tutela della legge.
Quindi, l'amministrazione della giustizia richiede la massima imparzialità.

L'amministrazione della giustizia è demandata ai giudici. I giudici amministrano la giustizia nell'interesse del popolo sovrano. Affinché essi possano agire nell'interesse della legge, la Costituzione riconosce loro una serie di garanzie:
- autonomia ed indipendenza: i giudici sono soggetti soltanto alla legge, gli altri poteri pubblici non possono esercitare pressioni su di loro;
- la magistratura è un ordine autonomo ed indipendente da ogni altro potere dello Stato;
- i magistrati sono inamovibili;
- i magistrati si distinguono per la diversità delle cariche ricoperte;

La Costituzione prevede un organo autonomo per l'organizzazione della magistratura: il Consiglio Superiore della Magistratura, presieduto dal Presidente della Repubblica.
E' l'organo che decide le assunzioni ed i trasferimenti, le promozioni ed i provvedimenti disciplinari nei riguardi dei magistrati.
E' composto da 33 membri: 3 di diritto, Presidente della Repubblica, Presidente e procuratore generale della Corte di Cassazione; 30 membri elettivi, 20 eletti da magistrati e 10 dal Parlamento, in seduta comune. I membri elettivi durano in carica 4 anni e non possono essere subito rieletti.

L'ordinamento giudiziario si fonda su due principi fondamentali:
- pluralità degli organi giurisdizionali, ciascuno con competenza diversa da quella degli altri per materia, valore e territorio;
- pluralità dei gradi di giurisdizione.

L'amministrazione della giustizia si separa in ordinaria e speciale:

Giurisdizione ordinaria: sono i giudici togati (magistrati che appartengono all'ordine giudiziario), che hanno competenza a decidere su tutti i cittadini e su tutte le vertenze di natura civile e penale, salvo eccezioni.
La Magistratura ordinaria è costituita dai seguenti organi: giudice conciliatore, pretore, tribunale, corte d'appello, corte d'assise, corte d'assise d'appello, Corte di Cassazione. In ogni distretto vi sono due organi giurisdizionali specializzati: il tribunale dei minorenni e la sezione civile, che si occupa degli interventi sui tossicodipendenti
Giurisdizione speciale: magistratura amministrativa: accerta la legalità degli atti della Pubblica Amministrazione e sugli eventuali contrasti tra privati cittadini e pubblica Amministrazione. I suoi organi sono: tribunali regionali amministrativi (TAR), Consiglio di Stato, Corte dei Conti, consiglio di leva e commissioni tributarie.
La magistratura speciale non amministrativa, è formata dai tribunali militari e dai tribunali delle acque.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies