- ISTITUZIONI ITALIANE
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

- ISTITUZIONI ITALIANE

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA (art.83-91) Il Presidente della Repubblica non fa leggi, non governa, non giudica.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA (art.83-91)

Il Presidente della Repubblica non fa leggi, non governa, non giudica. E' il custode ed il garante del nostro Paese. Rappresenta il nostro Paese all'estero e nei forum internazionali.

Il Presidente resta in carica 7 anni e può essere rieletto.
La sede della presidenza della Repubblica si trova nel Palazzo del Quirinale.
In caso d'impedimento il Presidente della Repubblica è sostituito dal Presidente del Senato.

ELEZIONE
Il Presidente è eletto da: tutti i parlamentari riuniti in seduta comune, tre rappresentanti per ogni regione (tranne la Val d'Aosta, che ha 1 rappresentante).
Può essere eletto ogni cittadino, che abbia compiuto il 50° anno d'età.

FUNZIONI DI TIPO LEGISLATIVO
- invia messaggi alle camere per esprimere un suo pensiero su questioni specifiche;
- indice nuove elezioni ed i referendum;
- autorizza il governo a presentare i disegni di legge alle camere, promulga le leggi, emana i decreti legislativi ed i regolamenti approvati dal governo;
- con il veto sospensivo (Atto formale con cui viene sospesa l'operatività di una legge.)
E' prerogativa del Presidente della Repubblica., può ritardare la promulgazione di una legge approvata dal parlamento;
- promuove l'esame sulla legittimità; delle leggi regionali;
- scioglie le camere.

FUNZIONI DI TIPO ESECUTIVO
- nomina il primo ministro e su sua proposta i ministri. Accetta le dimissioni del Presidente del Consiglio e dei ministri uscenti;
- nomina i più alti funzionari dello Stato;
- ha il comando delle Forze Armate. Presiede il Consiglio Supremo di Difesa, con il compito di indicare l'indirizzo ed il coordinamento politico ed amministrativo;
- promulga le leggi ed i regolamenti;
- rappresenta lo Stato all'estero;
- dichiara lo stato di guerra su deliberazione delle camere;
- conferisce le onorificenze.

FUNZIONI DI TIPO GIUDIZIARIO
- presiede il Consiglio Superiore della Magistratura;
- può concedere la grazia e commutare le pene;
- può concedere l'amnistia e l'indulto su autorizzazione del Parlamento.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies