REGIONE CAMPANIA
vacanze
10 Ottobre 2009 amministratore

REGIONE CAMPANIA

'A corta è bbona p' 'o marito, 'a longa p' 'e cogliere 'e ffiche La donna bassa è buona per maritarsi, quella alta per cogliere i fichi 'A femmena è cumm' 'a castagna: bella 'a fora e 'a dintu cu' 'a magagna La donna è come


'A corta è bbona p' 'o marito, 'a longa p' 'e cogliere 'e ffiche
La donna bassa è buona per maritarsi, quella alta per cogliere i fichi

'A femmena è cumm' 'a castagna: bella 'a fora e 'a dintu cu' 'a magagna
La donna è come la castagna: bella di fuori, dentro ha la magagna

Ammore e lo cetrulo vanno paro, doce è la ponta, ma lo culo è amaro
L'amore è come il cetriolo: dolce all'inizio, amaro alla fine

Chiacchiere e tabbacchere 'e lignammo 'o banco nu ne 'impegna
Le chiacchiere e tabacchiere di legno, la banca non le accetta come pegno

Chi 'int a chiesa s'ammassa 'u pietto 'e ponie nun nce penzà ca è fauzo e demmonio
Quelli che si battono il petto in chiesa non meritano fiducia: sono falsi come il demonio

Chi se 'ntriche troppo 'e ll'ate fernesce curnute e mazziate
Chi si interessa troppo degli affari altrui finisce cornuto e picchiato

Chi va 'mmano all'avvucato se magna 'nfine all'urdemo ducato
Chi ricorre all'avvocato spende fino all'ultimo soldo

Chi va 'a messa ogne matina 'impietto ha dda tené 'na spina
Chi va tutte le mattine a messa, nel cuore deve avere una spina

Chi zappa se veve l'acqua, chi fila se veve 'o vino
Chi zappa beve acqua, chi fila beve vino

Cu' 'e danare e ll'amicizia s'accatta la justicia
Con i soldi e l'amicizia si compra la giustizia

Dicette 'o ciuccio: si arrivo a asì 'a miezo a stì botte, nun esco cchiù a cacà 'e notte
Disse l'asino: se riesco a uscire da queste legnate, non esco più a cacare di notte

'E corne quanne spontano fanno male, ma po' doppo, servono pe' magnà
Le corna quando spuntano, fanno male, ma dopo servono per mangiare

'E denare nun fanno felicità .quanno so' poche
I soldi non danno la felicità . quando sono pochi

'E pariente so' comm' 'e scarpe, cchiù so' estritte e cchiù te fanno male
I parenti sono come le scarpe: più sono stretti, e più ti fanno male

Int' a vocca chiusa nun traseno mosche
Nella bocca chiusa non entrano mosche

La canaglia cchiù fera che nc'è a lo munno è lo sazio ca nun crede a lo dejuno
La peggior canaglia di questo mondo è il sazio che non crede all'affamato

L'acqua vo' 'a pennénza e 'ammore vo' 'a speranza
L'acqua vuole pendenza, l'amore vuole speranza

La femmena è comme lo cravone: si è stufato te tegne, si è allummato te coce
La donna è come il carbone: se è spento ti tinge se è acceso ti brucia

L'amico è comm' 'a 'o mbrello: quanno chiove nun t' 'o truove maje
L'amico è come l'ombrello: in caso di bisogno non ce l'hai

L'ammore fa pass' 'o tiempo, e 'o tiempo fa passa' l'ammore
L'amore fa passare il tempo, e il tempo fa passare l'amore

L'avaro è comm' 'o puorco: è buono solo doppo muorto
L'avaro è come il maiale: è buono solo dopo morto

L'ommo senza denare è 'nu muorto che cammina
L'uomo senza denaro, è un morto che cammina

Mo ca è muorto 'o ciuccio, nun simmo cchiù cumpare
Ora che è morto l'asino, non siamo più compari

Nun fa' male ca è peccato, nun fa' bene ca è sprecato
Non fare del male perché è peccato, non fare del bene perché è sprecato

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies