LA FRIGIDITÀ
benessere
10 Ottobre 2009 amministratore

LA FRIGIDITÀ

Nel trattamento della frigidità, la terapia sessuale cerca di facilitare l’abbandono della donna alle esperienze sessuali, mediante la creazione di una situazione inesigente, rilassata e sensuale, e l’incoraggiamento

Nel trattamento della frigidità, la terapia sessuale cerca di facilitare l’abbandono della donna alle esperienze sessuali, mediante la creazione di una situazione inesigente, rilassata e sensuale, e l’incoraggiamento di una comunicazione aperta dei sentimenti e dei desideri sessuali di ciascuno dei partner.
Una componente importante del trattamento è rappresentata dagli esercizi di focalizzazione sensoriale, in cui la coppia viene sollecitata ad evitare il rapporto sessuale e l’orgasmo per un certo periodo di tempo, limitando la sua attività erotica a carezze leggere, che consentono alla donna di ridurre il senso di colpa di ricevere qualcosa per sé e la conseguente paura di essere respinta.

Questa situazione permette alla donna di liberarsi dalla pressione di dover necessariamente produrre un orgasmo e di dover soddisfare il marito ed, allo stesso tempo, le consente di sperimentare, per la prima volta, intense sensazioni erotiche e sensuali, assumendo attivamente la responsabilità del proprio piacere sensuale, senza essere respinta dal marito.

Quando la paziente riferisce che le esperienze di focalizzazione sensoriale la fanno sentire sensuale ed erotica, si completa l’esercizio includendo una leggera stimolazione ai genitali: dopo che le ha accarezzato il corpo, il marito le tocca dolcemente i capezzoli, l’area del clitoride e l’accesso vaginale, senza alcuna finalità orgasmica. Se la stimolazione genitale provoca una reazione favorevole, il passo successivo è l’atto sessuale, caratterizzato da movimenti lenti ed esploratori, e non rapidi ed esigenti, che consentono alla donna di focalizzare la sua attenzione sulle sensazioni fisiche che sperimenta. Quando il bisogno di eiaculare nell’uomo diventa troppo intenso, durante questi movimenti coitali preparatori della moglie, si consiglia alla coppia di separarsi, riprendendo in un momento successivo tale sequenza, fino al raggiungimento dell’orgasmo.

Naturalmente, quando queste esperienze sessuali suscitano nella paziente resistenze e sentimenti, che ostacolano la sua reattività sessuale, il terapeuta affronta questi ostacoli, sia a livello esperienziale che con interpretazioni orientate psicodinamicamente, all’interno di sedute terapeutiche. Esse consentono sia di evidenziare come le difficoltà nello svolgimento degli esercizi di focalizzazione sensoriale sono legate a conflitti, che inibiscono la reazione della donna, sia di affrontare verbalmente i fattori intrapsichici e transazionali, che hanno dato origine a questi conflitti. Inoltre, la “desensibilizzazione” graduale in vivo delle zone potenzialmente erogene facilita la risoluzione del conflitto tra il desiderio e la paura dell’eccitamento (Kaplan, 1976).

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies