LA CONCORRENZA ALLARGATA
economia
10 Ottobre 2009 amministratore

LA CONCORRENZA ALLARGATA

La concorrenza allargata rispecchia il concetto di concorrenza che non comprende solamente le imprese concorrenti presenti all’interno del mercato, ma anche quelle potenzialmente entranti, i prodotti sostitutivi

La concorrenza allargata rispecchia il concetto di concorrenza che non comprende solamente le imprese concorrenti presenti all’interno del mercato, ma anche quelle potenzialmente entranti, i prodotti sostitutivi e il potere di contrattazione dei clienti e dei fornitori. Per quanto riguarda le nuove imprese potenzialmente concorrenti In questa categoria rientrano tutte quelle imprese che hanno la possibilità di scavalcare le barriere, le imprese per le quali l’ingresso nel mercato produrrebbe grandi benefici e rappresenterebbe un naturale progresso della loro linea di sviluppo e infine i fornitori e i clienti che hanno la capacità di creare un’integrazione a monte o a valle. Ci si può difendere attraverso la creazione di barriere all’entrata. Queste possono essere rappresentate dalle Economie in scala, dai brevetti, dai costi di trasferimento, dal fabbisogno di capitali, dall’accesso alla distribuzione.
Rispetto invece alla Minaccia dei prodotti sostitutivi essi sono costituiti dai quei prodotti che soddisfano lo stesso gruppo di consumatori appoggiandosi però a tecnologie diverse. Tenere ben sotto controllo sono specialmente quei prodotti sostitutivi che che posseggono un rapporto qualità prezzo migliore.
Attraverso il potere di contrattazione dei clienti essi hanno la possibilità di influenzare la redditività dei fornitori costringendo alla riduzione dei prezzi l’impresa, chiedendo dei servizi migliori e condizioni di pagamento più agevolate. Per possedere il potere di contrattazione il gruppo di clienti deve essere concentrato o comunque acquistare quantità considerevoli dal fornitore, i prodotti acquistati devono rappresentare una grande parte dei suoi costi, il mercato deve essere caratterizzato da prodotti poco differenziati nel quale è possibile trovare facilmente delle alternative con costi di trasferimento da un fornitore all’altro bassi per il cliente, i clienti stessi devono essere una reale minaccia rispetto all’integrazione a monte che possono creare e infine il cliente deve disporre di informazioni dettagliate sulla domanda, sui prezzi e perfino sui costi della distribuzione. In questa ottica perciò un impresa deve essere attenta anche alla selezione di una tipologia di clienti che non crei dipendenza.
In ultima analisi vi è il potere di trattazione dei Fornitori nei confronti dei clienti che riguarda la capacità dei fornitori di imporre i prezzi delle forniture, la capacità di riduzione della qualità dei prodotti e della quantità venduta ad un cliente.Le condizioni necessarie per il potere dei fornitori sono loe stesse del potere dei clienti. La manodopera rappresenta un fattore di grande influenza riguardo al potere dei fornitori.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies