BRAND EQUITY: IL CAPITALE DI MARCA
economia
10 Ottobre 2009 amministratore

BRAND EQUITY: IL CAPITALE DI MARCA

l concetto di capitale di marca sta sempre più prendendo piede e la sua definizione non appare poi così del tutto chiara e definita.

l concetto di capitale di marca sta sempre più prendendo piede e la sua definizione non appare poi così del tutto chiara e definita. Fondamentalmente esso può assumere due definizioni generali una detta Capitale di “goodwill” secondo la quale corrisponde al capitale accumulato dalla marca e di cui essa si serve accumulato attraverso tutte le passate operazioni e investimenti di marketing. L’altra definizione invece lo identifica nel Valore supplementare che si acquisisce quando al valore funzionale di un prodotto si associa una marca. Più nel dettaglio come Feldwick ci suggerisce il capitale di marca comprende i concetti di elemento attivo di bilancio (valore della marca), la forza della marca identificata con il differenziale di prezzo che i consumatori sarebbero disposti a pagare e l’immagine della marca intesa come l’insieme delle percezioni affettive e cognitive che i consumatori hanno della marca.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies