Consorzio Circoscrizionale di Friburgo
societa
10 Ottobre 2009 amministratore

Consorzio Circoscrizionale di Friburgo

Consorzio Circoscrizionale di Friburgo "Tra ulivi e querce. Radici e frutti della donna italiana in Germania"un seminario di autocoscienza per le donne italiane del Sudbaden(11-12 Dicembre 1999) Durante il secondo fine settimana

"Tra ulivi e querce. Radici e frutti della donna italiana in Germania"
un seminario di autocoscienza per le donne italiane del Sudbaden
(11-12 Dicembre 1999)

Durante il secondo fine settimana di novembre si è svolto, presso lo SchloB Beuggen, il tradizionale seminario per italiane/i residenti nel Sudbaden organizzato annualmente dal Consorzio Circoscrizionale di Friburgo. Già da anni il Consorzio Circoscrizionale offre alle famiglie italiane residenti nella circoscrizione di Friburgo dei fine settimana incentrati su temi specifici che hanno sempre riscosso ottimo successo.


alcune partecipanti al seminario
Il seminario di quest'anno era rivolto alle donne italiane con la loro situazione di emigrate e la loro storia individuale: ."con le radici di un ulivo ed i rami e i frutti di una quercia", come si è descritta una partecipante.
La sig.ra Baronchelli, organizzatrice della manifestazione, ha colto un tema che è di grande attualità anche tra gli specialisti del settore. Con questo seminario si sono poste le basi per cooperare con un progetto - confezionato dal Ministero degli Affari Esteri italiano - avente lo scopo di creare una rete telematica a livello internazionale tra le donne italiane emigrate (progetto Italintranet Donna).

La conduzione del seminario è stata svolta, in lingua italiana, dalla sig.ra Anke Goddar, terapeuta familiare e dalla sig.ra Claudia Schweigler, pedagoga, entrambe provenienti da Friburgo. Con l'ausilio dei metodi della dinamica di gruppo e della teoria dei sistemi, si è cercato di stimolare le 40 partecipanti - tramite esercizi pratici, giochi di ruolo e lavori di piccoli gruppi - a riflettere sulla loro situazione, il loro ruolo e la loro posizione.

Ciò ha portato ad uno scambio di esperienze molto vivace ed interessante. Al centro di questa stimolante discussione si è sempre ritornati sulla questione principale: cosa caratterizza la donna italiana in Germania?
Grande spazio è stato dedicato alle esperienze di vita e alle storie personali delle partecipanti. In una fase successiva si è lavorato "giocando" sui pregiudizi ed i cliscé con i quali le donne italiane emigrate sono costrette a confrontarsi ogni giorno.

Al termine dell'incontro le donne hanno formulato bisogni concreti: dall'esigenza di manifestazioni informative per una migliore conoscenza del sistema scolastico e sociale tedesco, alla domanda di poter avere un'adeguata offerta a livello di istruzione/formazione adulti, alla richiesta di corsi di moderazione e conduzione di gruppi, sino al desiderio di approfondire le conoscenze delle proprie radici, degli usi e costumi regionali, desiderio quest'ultimo espresso fortemente da tutte le partecipanti.

Le donne provenivano da contesti molto differenti, tuttavia si sono trovate concordi nell'affermare che l'integrazione della donna italiana in Germania è una prerogativa fondamentale per poter uscire dal proprio isolamento. Per gli uomini ed i bambini il contatto con il nuovo ambiente avviene in maniera automatica tramite la professione e la scuola, ma per le casalinghe vi sono meno settori a disposizione per poter conoscere la lingua, l'ambiente e le persone. Anche per questo motivo molte donne hanno un'attività secondaria.

Concludendo possiamo affermare che il fine settimana è trascorso in maniera produttiva e divertente: le partecipanti hanno espresso un parere positivo tanto riguardo al contenuto, quanto alla metodica e alla conduzione.

Le donne provenienti da diverse zone (Offenburg, Villingen, Kostanz, Bad Säckingen, Rheinfelden ..), sono rientrate la domenica alle loro case con nuove idee.
Si spera che, grazie a questo seminario e alle riflessioni che ha stimolato, possano scaturire dalle donne stesse altre iniziative da realizzarsi a livello decentrato, da collegare in rete, e da verificarsi poi in un'altra iniziativa unitaria successiva.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies