ItaliaDonna utilizza cookie e tecnologie simili per migliorare l’esperienza utente e personalizzare i contenuti offerti. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina o cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità alla nostra Cookie Policy.
Accetto i cookies
lavoro
10 Ottobre 2009 amministratore

A chi spetta il congedo parentale

Il congedo parentale è riconosciuto a tutti i lavoratori che abbiano un rapporto di lavoro dipendente, dall'inizio e durante il periodo di astensione facoltativa. Sono esclusi:
. gli addetti ai servizi domestici;
. i lavoratori a domicilio;
. i lavoratori iscritti alla Gestione separata.

Per tutte le altre categorie il diritto all'indennità giornaliera si esaurisce immediatamente se, nel corso del periodo di astensione, il rapporto di lavoro cessa o viene sospeso. L'indennità spetta, se il bambino è vivente, per tutto il periodo di congedo parentale. Se il bambino decede nel corso del periodo richiesto, il diritto cessa automaticamente dal giorno successivo alla morte.
Il periodo di congedo parentale può essere sospeso dall'insorgenza di una malattia debitamente certificata.

 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Newsletter

Iscriviti gratis riceverai così le notizie di ItaliaDonna via e-mail:
News Ricette



Chiudi