2.2 La gestione della casa per la neomamma
mamme
10 Ottobre 2009 amministratore

2.2 La gestione della casa per la neomamma

Dopo la nascita del neonato, può essere il papà a fare la spesa: è sufficiente orientare le proprie spese, scegliendo di comprare in grossa quantità una volta a settimana, in modo da ridurre le piccole

Dopo la nascita del neonato, può essere il papà a fare la spesa: è sufficiente orientare le proprie spese, scegliendo di comprare in grossa quantità una volta a settimana, in modo da ridurre le piccole spese giornaliere, e mantenere tranquilla e sicura la mamma di avere sempre ciò di cui ha necessità. In tal senso, può essere un’ottima strategia aggiornare di volta in volta la lista della spesa, così come quella di fare delle scorte degli oggetti che più vengono utilizzati e che non sono deperibili (pannolini, latte, cibi in scatola, detersivi, biberon, capi d’abbigliamento per il bambino, utili in quella fase, scarpette per bambini, ecc.). Anche in cucina il papà può essere un ottimo sostegno: può occuparsi lui del nostro bambino mentre la mamma prepara delle pietanze, magari anche in una più grossa quantità in modo da poterne congelare parte ed utilizzarla nei momenti di necessità. Il senso di serenità e di alleanza che questo comportamento crea nella coppia va anche a calmare l’angoscia ed a rilassare nei momenti in cui può accadere che soprattutto la mamma possa sentirsi assalita dallo sconforto, provocato dal disordine che, fisiologicamente, va a crearsi con l’arrivo del nostro bambino: il sostegno e la comprensione condivisi sono preziosi ed arricchenti tanto per la coppia che per il bambino stesso. Possono essere anche adottate delle strategie per creare degli spazi di riposo o relax per la mamma: per esempio, quando il nostro bambino dorme, può lasciarsi andare anche lei, sdraiandosi vicino a lui in modo da sentirlo e non lasciarlo solo se si sveglia, oppure quando il papà o i nonni possono prendersi cura del neonato per un po’ di tempo, può farsi un bel bagno o una doccia affinché tensioni e preoccupazioni possano essere lavate via. Inoltre, è fondamentale viversi fino in fondo i momenti che trascorriamo con il nostro bambino: quindi, quando ci occupiamo di lui (lo allattiamo, lo laviamo, ecc.) non dobbiamo farci prendere dall’ansia delle altre numerose faccende da sbrigare: in quel momento siamo con lui e lui ha bisogno di noi, del nostro cuore e della nostra mente, quindi occorrono accoglienza, dolcezza e serenità affinché la relazione sia nutrita ed arricchita in modo sano ed armonico.

 

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies