3.8 Sport e ginnastica in gravidanza.
mamme
10 Ottobre 2009 amministratore

3.8 Sport e ginnastica in gravidanza.

Lo sport può essere praticato, ma con notevoli precauzioni, evitando cioè sports che richiedano sforzi bruschi, che comportino rischi di cadute (sci, pallacanestro) o nei quali siano necessarie contrazioni dei muscoli addominali (tennis e pallavolo).

Lo sport può essere praticato, ma con notevoli precauzioni, evitando cioè sports che richiedano sforzi bruschi, che comportino rischi di cadute (sci, pallacanestro) o nei quali siano necessarie contrazioni dei muscoli addominali (tennis e pallavolo). Ci sono però attività che non solo non procurano danni, ma possono contribuire a migliorare le condizioni fisiche della donna. Tra queste le più consigliate sono le passeggiate e il nuoto. Le prime andrebbero fatte per circa mezz'ora, possibilmente in luoghi sani (boschi e campi) e con tutta tranquillità anche negli stadi avanzati della gravidanza. Il nuoto, considerato lo sport più completo, va praticato senza agonismo; quindi solo con brevi nuotate si può ottenere una notevole tonicità dei muscoli e una buona circolazione agli arti inferiori. La ginnastica è essenzialmente «da camera» e non va confusa con la preparazione psicoprofilattica al parto, che si effettua solo alla fine della gravidanza ed è funzionale al parto stesso. Gli effetti della ginnastica sono gli stessi che abbiamo citato per l'attività sportiva, con la differenza che qui c'è una maggiore differenziazione: ogni esercizio ha degli effetti specifici sulle singole parti del corpo. Ci sono così esercizi per la colonna vertebrale, sottoposta durante la gravidanza ad alterazioni posturali, che prevengono i frequenti dolori lombari. Altri permettono di tenere in esercizio la muscolatura del torace e infine alcuni prevengono la stasi del sangue negli arti inferiori. Anche qui ci sono delle norme generali che è utile seguire: gli esercizi non devono costituire una fatica e devono essere fatti con gradualità, iniziando con esercizi poco faticosi e per pochi minuti, aumentando via via la durata fino a raggiungere la mezz'ora circa.

 

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies