Documentazione fiscale e agevolazioni per disabili
Documentazione fiscale e agevolazioni per disabili
10 Ottobre 2009 amministratore

Documentazione fiscale e agevolazioni per disabili

Agevolazioni per disabili...Continua 7.7. LA DOCUMENTAZIONE FISCALE DA CONSERVARE Sia per gli oneri per i quali è riconosciuta la detrazione d’imposta siaper le spese sanitarie deducibili

Agevolazioni per disabili...Continua


7.7. LA DOCUMENTAZIONE FISCALE DA CONSERVARE

Sia per gli oneri per i quali è riconosciuta la detrazione d’imposta sia
per le spese sanitarie deducibili dal reddito complessivo, occorre conservare
la documentazione fiscale rilasciata dai percettori delle somme
(fatture, ricevute o quietanze) per poi poterla esibire o trasmettere, a
richiesta degli uffici finanziari. In particolare:
- per le protesi: oltre alle relative fatture, ricevute o quietanze, occorre
acquisire e conservare anche la prescrizione del medico curante;
- per i sussidi tecnici e informatici: oltre alle relative fatture, ricevute
o quietanze, occorre acquisire e conservare una certificazione del
medico curante che attesti che quel sussidio è volto a facilitare
l’autosufficienza e la possibilità di integrazione del soggetto riconosciuto
portatore di handicap ai sensi dell’articolo 3 della legge n. 104/
1992.

7.8. ALTRE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I NON VEDENTI

7.8.1. LA DETRAZIONE DALL’IRPEF DEL 19% DELLE SPESE SOSTENUTE PER L’ACQUISTO DEL CANE GUIDA


La detrazione spetta una sola volta in un periodo di quattro anni,
salvo i casi di perdita dell’animale.

La detrazione spetta per un solo cane e può essere calcolata su un
importo massimo di 18.075,99 euro entro il quale sono comprese anche
le spese per un eventuale acquisto di un autoveicolo utilizzato per il
trasporto del non vedente.

Anche in questo caso la detrazione è fruibile o dal disabile o dal familiare
di cui il non vedente risulta fiscalmente a carico.

7.8.2. DETRAZIONE FORFETARIA DI 516,46 EURO DELLE SPESE SOSTENUTE PER IL MANTENIMENTO DEL CANE GUIDA

La detrazione per il cane spetta senza che sia necessario documentare
l’effettivo sostenimento della spesa.
Non è consentita la detrazione al familiare anche se il disabile è fiscalmente
a carico.

7.8.3. ALIQUOTA IVA AGEVOLATA DEL 4%

L’agevolazione è prevista per l’acquisto di particolari prodotti editoriali
quali giornali e notiziari quotidiani, libri, periodici realizzati sia in
scrittura braille sia su supporti audiomagnetici, destinati ad essere utilizzati
da non vedenti o ipovedenti, anche se non acquistati direttamente
da loro.
L’applicazione dell’aliquota Iva del 4% si estende alle prestazioni di
composizione, legatoria e stampa dei prodotti editoriali, alle prestazioni
di montaggio e duplicazione degli stessi, anche se realizzati sia in
scrittura braille sia su supporti audiomagnetici per non vedenti ed
ipovedenti.

7.8.4. DONAZIONI A FAVORE DI DISABILE GRAVE

La legge n. 383 del 2001 oltre ad avere soppresso l’imposta di successione
ha previsto che per le donazioni tra estranei il beneficiario deve
corrispondere, sul valore dei beni donati eccedenti 180.759,91 euro,
l’imposta di registro ordinaria in base alla tipologia del bene donato.

L’importo della franchigia è elevato a 516.456, 90 euro se il beneficiario
è un portatore di handicap riconosciuto grave ai sensi dell’articolo 3,
comma 3, legge n. 104/1992.

Per le donazioni per le quali non sono dovute le imposte sui trasferimenti,
l’imposta di registro non è dovuta nemmeno in misura fissa.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies