Marta Graham: introduzione
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

Marta Graham: introduzione

A Martha Graham spetta il merito di aver codificato un nuovo linguaggio coreografico (modern dance è termine coniato dal critico John Martin appositamente per le sue creazioni), da tempo ritenuto un’alternativa al Neoclassicismo balanchiniano.

A Martha Graham spetta il merito di aver codificato un nuovo linguaggio coreografico (modern dance è termine coniato dal critico John Martin appositamente per le sue creazioni), da tempo ritenuto un’alternativa al Neoclassicismo balanchiniano.
Di Martha Graham colpisce la storica novità del movimento, l’importanza da lei attribuita al concetto di “idea generatrice” e soprattutto all’emozione interiore che viene proiettata visibilmente nel gesto danzato.
La danza diviene così valore vitale, autonoma espressione artistica svincolata da rapporti di sudditanza con arti sorelle, anzi signora e responsabile primaria dello spettacolo. Ma il movimento, per la prima volta con la Graham, è il centro dell’attenzione, non è mai gratuito o fine a se stesso, derivando invece sempre direttamente da un’esperienza interiore. Il suo non è dunque un linguaggio né letterario né simbolico bensì di per sé significante per le più intime esperienze dell’animo umano.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies