Le danze propriziatorie di imitazione, fertilità e corteggiamento
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

Le danze propriziatorie di imitazione, fertilità e corteggiamento

Per i popoli cacciatori, invece, estremamente importanti sono le danze di imitazione animale. Esse hanno lo scopo di assicurarsi il controllo sull’animale prescelto e il favore nella caccia, attirando la preda attraverso la danza.

Per i popoli cacciatori, invece, estremamente importanti sono le danze di imitazione animale. Esse hanno lo scopo di assicurarsi il controllo sull’animale prescelto e il favore nella caccia, attirando la preda attraverso la danza. Gli esecutori, spesso camuffati con maschere e travestimenti vegetali e animali, imitano nel loro comportamento i caratteri distintivi dell’animale prescelto, il suo modo di muoversi, di mangiare, di emettere versi, di accoppiarsi, ecc.. Imitare il comportamento degli animali significa identificarsi con essi, e quindi porli sotto il proprio potere, attirarli secondo i propri desideri. Se prima della spedizione della caccia si eseguono danze di propiziazione, dopo la cattura e l’uccisione della selvaggina si compiono particolari riti durante i quali spesso interviene anche la danza.
Queste cerimonie hanno lo scopo di placare l’anima dell’animale abbattuto, perché non si serbi rancore al cacciatore o col fine di assumere la forza e l’agilità. Altra funzione dell’animale può essere l’assunzione del potere “magico” di alcuni animali come del totem, un animale (orso, cane, ecc.) considerato da alcune popolazioni come una sorta di antenato mitico.
In caso di guerra, la danza può essere eseguita dalle donne e dalle fanciulle rimaste a casa per propiziare la spedizione degli uomini; ciò può avvenire anche in caso di caccia, pesca, commercio. Più frequente la danza è eseguita dagli uomini, e imita il combattimento vittorioso. Gli uomini, armati, lottano contro nemici invisibili, oppure si affrontano, divisi in due gruppi. Le danze di fertilità umana tendono al “possesso mistico” di un sesso che attornia e circonda l’altro (cerchio magico). Più spesso, le danze di fertilità simboleggiano le connotazioni dell’atto sessuale, sempre nella prospettiva di allontanamento delle condizioni negative e dell’assunzione della forza generatrice dell’esibizione sessuale. Esse sono frequenti nei momenti che richiedono protezione e propiziazione, quali nascite, nozze, funerali. Nelle danze di corteggiamento il riferimento sessuale è più velato; le forme più antiche sono il doppio cerchio e il doppio fronte di uomini e donne contrapposti, che avanzano contemporaneamente. Un motivo comune è quello del rapimento o della scelta della compagna nel cerchio delle donne, e del cambio del partner.
La danza a coppie è a coppie aperte, senza cioè contatto tra i danzatori. In questo caso la danza si configura come una schermata tra i due sessi, nella quale la donna si offre si nega, fugge e invita il danzatore, che ha un ruolo più deciso di “attacco”.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies