RAVIOLI DI BRIE E RICOTTA IN SALSA DI BURRO AL PEPE ROSA
cucina
10 Ottobre 2009 amministratore

RAVIOLI DI BRIE E RICOTTA IN SALSA DI BURRO AL PEPE ROSA

116'   Difficile Per 4 persone: Per la pasta: 400 g di farina

tempi di preparazione 116'   difficoltà difficoltà difficoltà Difficile

Per 4 persone:

Per la pasta:
  • 400 g di farina tipo “00”
  • 4 uova intere
  • 1 albume
  • 2 rametti di prezzemolo
  • 3 cucchiai (30 g) di farina per la lavorazione
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva per cuocere
  • 1 pizzico di sale fino
  • 4 cucchiai di sale grosso
Per il ripieno:
  • 200 g di ricotta
  • 200 g di formaggio brie
  • 100 g di grana grattugiato
  • 2 uova
  • 3 spolverate di pepe bianco
Per il condimento:
  • 120 g di burro
  • 2 cucchiai di pepe rosa in grani

Iniziate preparando la sfoglia: mettere la farina a fontana sulla spianatoia, versate un pizzico di sale e le 4 uova intere da sbattere con una forchetta, incorporate pian piano la farina alle uova prelevandola poca alla volta dai margini della fontana: procedete dall’interno verso l’esterno. Lavorate l’impasto con le mani fino ad ottenere una pasta liscia ed omogenea, formate una palla, cospargetela di farina, avvolgetela in una telo di cotone e mettete a riposare nella parte meno fredda del frigo per 30 minuti.
Nel frattempo preparate il ripieno: … fate il brie a pezzetti, metteteli in una ciotola e schiacciateli con una forchetta, unite la ricotta, il grana, il pepe bianco e 2 uova appena sbattute. Mescolate per bene l’impasto che deve risultare omogeneo e sodo, all’occorrenza unite altro grana.
Mettete in frigo la ciotola con il ripieno e lasciatela per 20 minuti.
Preparate la farcia per i ravioli: lavate il prezzemolo, staccate le foglie dai rametti e asciugatele accuratamente con carta assorbente da cucina.
IMPORTANTE: … che le foglie siano ben asciutte altrimenti bagneranno la pasta che si romperà.
Passatele nella farina e fate cadere quella in eccesso - se necessario, dopo averle infarinate, lasciatele asciugare ancora per 5 minuti su carta da cucina e se non è sufficiente passatele ancora nella farina, ricordandovi sempre di togliere quella in eccesso.
Stendete la pasta: in una sfoglia di circa 3 mm di spessore, con il mattarello o con la macchinetta per la pasta decisamente meno faticoso, ricavate dalla sfoglia dei quadrati di circa 9 cm, nella parte inferiore di ciascun quadrato sistemate una foglia di prezzemolo (di quelle precedentemente preparate con la farina), ripiegate il quadrato a metà - la foglia di prezzemolo è così sistemata all’interno - con una ciotolina rotonda di circa 10 cm di diametro o con un tagliapasta rotondo delle stesse dimensioni, ritagliate da ciascun mezzo quadrato un disco, aiutandovi poi con un coltellino affilato.
IMPORATNTE: le foglie di prezzemolo devono risultare al centro di ogni disco ritagliato.
Spennellate la metà dei dischi ricavati con un albume appena sbattuto, poi ripartite all’interno di ciascuno - al centro - il ripieno, ricoprite ciascun disco con un altro disco (la metà non spennellata con l’albume) e premete i due dischi sovrapposti con le dita, tutto intorno al ripieno, in modo da eliminare l’aria ed evitare che si aprano in cottura.
Siete pronti per cuocere: in una pentola larga, ma non troppo alta, fate bollire 4 lt di acqua, aggiungete del sale grosso e il cucchiaio di olio, lessate i ravioli per 5 minuti - naturalmente non tutti insieme, ma in 3-4 riprese, appena cotti scolate i ravioli con un mestolo forato e sistemateli in un piatto da portata precedentemente riscaldato.
Preparatevi a condire: in una padella antiaderente fate sciogliere il burro e rosolare leggermente i grani di pepe rosa - 1 minuto circa.
Che aspettate a servire?: riprendete il piatto con i ravioli, insaporiteli con la salsa appena preparata e portate in tavola.

Un’idea in più: se amate i sapori più decisi potete aggiungere al ripieno un trito di prezzemolo (due rametti) e aglio (1 spicchio) più qualche stelo di erba cipollina tagliuzzata con le forbici.

Un Gamay della Valle d’Aosta, un rosso dal colore rubino vivo e dal profumo intenso, fruttato. Questa bottiglia da conservare orizzontale, va servita ad una temperatura di 14-16°C.

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies