ROSSANA FEUDO PANI: IMMAGINI DELLA MENTE E DEL PASSATO
cultura
10 Ottobre 2009 amministratore

ROSSANA FEUDO PANI: IMMAGINI DELLA MENTE E DEL PASSATO

ROSSANA FEUDO PANI: IMMAGINI DELLA MENTE E DEL PASSATO Girando per la rete su consiglio di un amico, mi sono imbattuta in un sito dove erano contenute decine di immagini, quadri.




Girando per la rete su consiglio di un amico, mi sono imbattuta in un sito dove erano contenute decine di immagini, quadri.la maggior parte di donne..Ci sono tornata più di una volta... erano "belli" ed era un piacere guardarli.semplicemente ripeto belli.

L'autore è la pittrice, Rossana Feudo Pani, vive tra Roma, dove è nata, e Londra, trascorre l'estate a Fregene, e non si nega una nuotata giornaliera di un paio di chilometri.
Ha studiato pittura presso l'Accademia delle Belle Arti di Roma ed ha lavorato per diverso tempo come restauratrice di quadri e miniature antiche. Al talento, inequivocabile fin da bambina, si accosta una mano esperta e sapiente, ma soprattutto appassionata dei colori e dei pennelli.

Ho composto il numero, mi ha risposto una voce molto limpida e cristallina, che, non troppo preoccupata della mia "presenza" e con schietta cortesia, mi ha detto senza giri di parole ed ipocrisie ciò che pensa dell'arte, degli artisti italiani e della sua arte.
Un mondo che conosco poco, da ammirata e profana osservatrice, in cui però mi ha trascinato, scoprendo veli e luoghi comuni con immediata e misurata confidenza.


Quello che colpisce di questa donna è la sua autenticità di artista, che rompe i ben noti clichè di stravaganza ed eccentricità . Rossana Feudo ha i piedi per terra, nella sua repulsione istintiva per la tecnologia, nei legami di amicizie forti, molto presenti nella sua vita, nella sua critica sincera e disinteressata di un ambiente che conosce troppa improvvisazione, interessi e leggerezza. Ma soprattutto nel suo slancio creativo così spontaneo ed autentico, tanto da non definirsi un'artista ma una donna che dipingendo risponde ad un bisogno reale, fisico quasi, di rappresentare ciò che le si agita nello spirito, ciò che la colpisce reinterpretandolo e vivificandolo. Ma la sua mente sa anche e soprattutto volare ed approdare in luoghi sconosciuti, di cui offre di tanto in tanto uno squarcio con i suoi quadri.
    Le parole di Rossana Feudo nella loro semplicità rivelano ciò che identifica e distingue quest'artista (e ritengo di poterla definire tale): un sentire la pittura in modo così viscerale, da risultare un evento naturale nella sua vita. E, quasi, la stupisce trovarsi davanti a qualcuno, in questo caso io, che separa in qualche modo la pittrice dalla donna.
    Non è, infatti, interessata ad esporre e vendere tutte le sue opere. "Melancolia" e "Dafne" ad esempio non hanno prezzo.Sono appese sulle pareti della sua casa.
    Ciò che le interessa è la trasposizione figurativa delle sue emozioni, dei suoi pensieri. Trasposizione che è anche "comunicazione", comunicazione di un messaggio, di un'idea.. Il quadro diventa, insomma, una vetrina in cui l'artista rivela e si rivela.

    Prendendo a prestito Pirandello in "Sei personaggi in cerca d'autore", Rossana Feudo riassume efficacemente in poche parole quello che prova, quando si accinge a creare una nuova opera: "[.] Gli urgono dentro e vogliono essere rappresentati", ed ancora più direttamente."..E' come un parto, non se ne può fare a meno e si spera che la creatura almeno sia bella!", conclude ironicamente..


 

Segue...

Torna all'indice

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies