KIWI
cucina
10 Ottobre 2009 amministratore

KIWI

Il nome scientifico è actinidia. Originaria della Cina meridionale, dove cresce come pianta spontanea, l'actinidia (Actinidia Chinensis) ha trovato un ambiente particolarmente favorevole in Nuova Zelanda, dove fu introdotta all'inizio

Il nome scientifico è actinidia. Originaria della Cina meridionale, dove cresce come pianta spontanea, l'actinidia (Actinidia Chinensis) ha trovato un ambiente particolarmente favorevole in Nuova Zelanda, dove fu introdotta all'inizio di questo secolo. Il frutto di questa pianta venne denominato kiwi, come l'uccello dalle piume sottili e dal lungo becco emblema del Paese australe.

Varietà:
Il frutto è costituito da grosse bacche ovoidali ricoperte da una sottile ma robusta epidermide e da una fine peluria bruna. L'interno è di un intenso color verde. I semi, piccoli e neri, sono disposti a raggiera attorno al fulcro centrale del frutto.

Conservazione:
Un frutto maturo può essere conservato in frigorifero per 2 o 3 giorni. Se invece avete bisogno di conservare i frutti più a lungo riponeteli in un sacchetto di plastica, in questo caso potrete conservare i KIWI per 2 o 3 settimane.
Il sacchetto di plastica serve a ridurre il calo dell'umidità che aiuta il frutto a conservarsi più a lungo. Se invece riponete il Kiwi vicino a frutta che produce etilene come mele, banane o pere, il processo di maturazione si accellera.

Proprietà:
Il kiwi svolge un'azione dissetante, rinfrescante, diuretica e depurativa; grazie all'elevato contenuto di vitamina C, poi, favorisce le difese naturali dell'organismo e protegge la parete vascolare. Inoltre il frutto contiene fibre, Potassio e Vitamina E.
Il Kiwi è una ricca miniera di vitamina C, nutriente indispensabile alla vita e alla salute del corpo umano. il Kiwi ha una elevata quantità di fibra alimentare. La pectina in esso contenuta crea un appagante senso di sazietà, contribuisce ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue, contribuisce a migliorare il transito del cibo nel tubo.

Quando l’acquistate:
Scegliete un KIWI sempre leggermente morbidi al tocco. Maturateli a temperatura ambiente per 3 o 5 giorni. Un KIWI è maturo quando è morbido e piacevolmente profumato. Una volta pronto mangiatelo subito.

Ricette:
Mousse di mele al kiwi
Spiedini di frutta
Spiedini di frutta con gelato
Macedonia nell'ananas
Ananas ripiena di macedonia
Coppa di frutta fresca e crema di riso

 

Chiudi

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati, nel corso del loro normale utilizzo, si avvalgono di cookie utili a migliorare l'esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni relative all'utilizzo del sito stesso. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando su qualsiasi elemento o proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo in conformità  alla nostra Cookie Policy.
Informativa Cookie Policy
Accetto i cookies